27/5/05

Home Echi di stampa Pubblicazioni Il mercatino I link L'archivio Spazio Giovani In calendario Le foto

Torna il "Sansovino" sui collegamenti via mare con le Pelagie

27 Maggio 2005. Non sarà nè il traghetto "Laurana" nè il "Palladio" a sostituire il "Paolo Veronese" sulla linea Porto Empedocle-Linosa-Lampedusa, bensì l'ormai noto Sansovino del trio di navi gemelle della ex-Adriatica Navigazione. E' una nave decisamente più comoda e più capiente del "Veronese". Ma non sarà un'estate come quella di tre anni fa? Questo è l'interrogativo che si pongono gli abitanti delle Pelagie. La nave, per come asseriscono dalla Siremar, è stata sottoposta a importanti lavori strutturali, con l'aggiunta di eliche prodiere e di doppi timoni per favorire   una  maggiore  capacità   di   manovra  nei  piccoli  porti


Il Sansovino in porto ad Ancona

delle Pelagie. Ma i dubbi restano. E il nome Sansovino certo non aiuta, ricordando agli abitanti delle isole quei notevoli disagi e ritardi che compromisero la stagione estiva del 2003.


Inizialmente sembrava che la nave inviata a sostituire il "Paolo Veronese" dovesse essere il "Laurana", la più manovriera e nuova della flotta della società Adriatica. Ma per ragioni interne si è poi optato per il "Sansovino". Al momento la nave si trova nei cantieri di Palermo per completare i lavori di riattamento in vista della prossima stagione estiva. E il 1° Giugno dovrebbe prendere servizio con la corsa delle 24.00 da Porto Empedocle.

Alcune voci di porto dicono che la domenica sera il "Sansovino" effettuerà la sosta settimanale, mentre altre voci smentiscono ciò. A seguito di questo cambio di nave sui collegamenti tra Porto Empedocle, Linosa e Lampedusa, secondo quanto previsto dal piano trasporti, il traghetto "Paolo Veronese" sarà dirottato sul tragitto Trapani-Pantelleria. E a questo punto non resta che aspettare le prime traversate verso Lampedusa del "Sansovino" per constatare se adesso è davvero idoneo a collegare le isole Pelagie su questo tratto di mare spesso tempestoso del Canale di Sicilia.

 

testo di foildani

foto di Michele Lulurgas


Questa pagina è stata aggiornata il 27/5/05
Webmaster e redattore responsabile: Guido Picchetti